44769105_514676715609630_183643716862135
  • Francesco Pierini

La solitudine in fotografia

In un periodo di isolamento come questo bisogna sapersi adattare e cogliere tutti i lati positivi che ci mette a disposizione. A tal proposito vorrei trattare l'argomento della solitudine e dell'isolamento in termini fotografici. La parola "isolamento" spaventa giusto? Chi non lo è in un momento di instabilità come questo?

Restare soli, circondati da noi stessi, consapevoli del fatto che nessuno davanti a noi ci sta fisicamente ascoltando non è semplice da accettare e sopportare. E' grazie a momenti come questi che riusciamo a ristabilire un contatto con noi stessi, guardarsi allo specchio negli occhi e cercare nuovi dettagli mai visti sul nostro viso, rallentare i ritmi frenetici, porre attenzione a suoni o rumori che mai prima d'ora siamo stati in grado di cogliere. In fotografia funziona nello stesso esatto modo.


Le fotografie, quelle segnanti, nascono da un desiderio profondo di condivisione che nasce nei cuori di chi, anche per un solo momento, si sente estraniato da tutto ciò che lo circonda. Lo definirei un momento di solitudine con se stessi, un istante di vita in cui le fotografie sono la pura interpretazione realistica delle emozioni. Accogli questi momenti di solitudine per riconnetterti, ristabilire un equilibrio perso, approfondire la conoscenza di te stesso e imparare a veicolare le tue emozioni in immagini. Non è la solitudine a doverti spaventare ma l'idea di non riuscire mai a trovare il giusto tempo per conoscerti. Impara a conoscere prima te stesso e poi raccontaci di te premendo sul click. :)


A presto,

Fra

19 views